print preview

FAQ

Corsi e campi G+S (formazione dei giovani)

Svolgimento di attività G+S

L’allentamento progressivo nello sport vale a partire dall’11 maggio ed è soggetto a disposizioni chiare: è possibile riprendere gli allenamenti in tutti gli sport. Valgono però le seguenti restrizioni: l’attività può essere svolta solo in piccoli gruppi di massimo 5 persone, senza contatto fisico e nel rispetto delle vigenti norme d’igiene e concernenti il distanziamento sociale.

Continuano a essere vietate le competizioni.

(Stato al 13 maggio 2020)

 

Ai sensi della decisione del Consiglio federale del 27 maggio 2020 a partire dal 6 giugno sono nuovamente consentiti campi con fino a 300 persone. Il presupposto è un piano per la protezione. I bambini e i giovani dovrebbero essere per quanto possibile essere organizzati in gruppi fissi.

É stato sviluppato un piano quadro. Serve come base per i piani di protezione specifici sviluppati dalle associazioni (o federazioni) giovanili e messi a disposizione dei loro membri.

(Stato al 27 maggio 2020)

 

A partire dal 6 giugno sono possibili a condizione che esistano piani per la protezione

  • Allenamenti in tutte le discipline sportive senza limitazioni della grandezza dei gruppi;
  • Campi che riuniscono fino a 300 persone;
  • Gare in discipline sportive senza costante stretto contatto fisico.

(Stato al 27 maggio 2020)
 

Per i corsi G+S: sì, le federazioni e i gestori degli impianti adatteranno i propri piani alle nuove condizioni quadro. Su questa base gli organizzatori di offerte G+S rielaboreranno i propri piani per la protezione.

Per i campi G+S: è stato sviluppato un piano quadro. Serve come base per i piani di protezione specifici sviluppati dalle associazioni (o federazioni) giovanili e messi a disposizione dei loro membri.

(Stato al 27 maggio 2020)
 

I piani direttivi per la protezione delle federazioni verificati sono pubblicati nel sito web di Swiss Olympic. Tali documenti mostrano come sia possibile la pratica sportiva nelle relative discipline sportive limitando al minimo il pericolo di contagio.

La società sportiva deve riprendere il piano per la protezione specifico della disciplina sportiva elaborato dalla federazione e adattarlo alla propria situazione (ad es. con concetti di protezione specifici per i propri impianti). In caso di controlli le società sportive devono poter esibire un proprio piano per la protezione.

In caso di dubbio o per domande la società può rivolgersi alla propria associazione mantello (federazione) o al gestore degli impianti.

Il Cantone ha la competenza per verificare il rispetto delle misure per la protezione.

(Stato al 13 maggio 2020)
 

Gli allenamenti guidati tramite strumenti telematici sono i benvenuti e possono essere utilizzati per completare quelli «reali». Purtroppo gli allenamenti virtuali non soddisfano le attuali condizioni quadro di G+S e non possono pertanto essere registrati nel controllo delle presenze (CP) per essere sovvenzionati tramite i normali contributi G+S.

Le minori entrate da contributi che gli organizzatori hanno a seguito delle limitazioni durante la crisi causata dal Coronavirus devono comunque essere compensate. Il 29 aprile il Consiglio federale ha annunciato di voler coprire mancate entrate tramite contributi straordinari G+S concessi una tantum e creare le basi legali allo scopo.

(Stato al 13 maggio 2020)
 

In linea di principio vengono sovvenzionate tutte le attività G+S svolte (anche se la durata minima dei campi, rispettivamente il numero minimo di attività nei corsi non vengono rispettate). I giorni di corso svolti prima del «blocco Corona» vengono sovvenzionati, inclusi giorno di partenza/di interruzione.

Durante il blocco non sono consentite attività G+S.  

(Stato al 26 marzo 2020)

Amministrazione delle offerte G+S

In linea di principio vengono sovvenzionate tutte le attività G+S svolte (anche se la durata minima dei campi, rispettivamente il numero minimo di attività nei corsi non vengono rispettate). I giorni di corso svolti prima del «blocco Corona» vengono sovvenzionati, inclusi giorno di partenza/di interruzione. Durante il blocco non sono consentite attività G+S.

(Stato al 26 marzo 2020)
 

Sì, in ogni momento. Se possibile i coach G+S devono mantenere il ritmo attuale delle offerte e annunciare come di consueto offerte G+S che iniziano come da piano dei corsi dopo Pasqua, dopo le vacanze primaverili o in altro momento. Le attività G+S però possono essere inserite nel controllo delle presenze solo quando la situazione straordinaria verrà revocata e le normative nazionali, cantonali e comunali allora in vigore autorizzeranno le attività sportive. In linea di principio sono sovvenzionate tutte le attività G+S svolte (anche se non viene rispettata la durata minima nei campi rispettivamente il numero minimo di attività nei corsi).

(Stato al 7 aprile 2020)
 

Sì, a partire dal 6 giugno 2020 potranno nuovamente tenersi campi. Consigliamo agli organizzatori di campi G+S di pianificarli da subito e di inviare il modulo di ordinazione di materiale possibilmente 5 settimane prima dell’inizio del campo. Per l’estate 2020 verranno trattate in via eccezionale anche richieste con una scadenza di 3 settimane.

(Stato al 27 maggio 2020)

 

Sussidi per le attività G+S

In linea di principio vengono sovvenzionate tutte le attività G+S svolte (anche se la durata minima dei campi, rispettivamente il numero minimo di attività nei corsi non vengono rispettate). I giorni di corso svolti prima del «blocco Corona» vengono sovvenzionati, inclusi giorno di partenza/di interruzione.

Durante il blocco non sono consentite attività G+S.  

(Stato al 26 marzo 2020)

Nella sua seduta del 20 maggio 2020 il Consiglio federale ha approvato le basi legali per il versamento di contributi straordinari G+S In tal modo ha creato le basi per coprire (parzialmente) le perdite di sussidi causate dalla crisi dovuta al Coronavirus.

Approfittano dei contributi straordinari una tantum i gruppi di utenti 1, 2, e 3 e le federazioni sportive nazionali del gruppo di utenti 4. Allo scopo vanno utilizzati i mezzi che si sono liberati nel quadro del credito G+S approvato per il 2020.

Sono escluse da queste misure le istituzioni d diritto pubblico come scuole, comuni e Cantoni, come pure organizzatori che nel 2020 hanno annunciato offerte G+S per la prima volta.

(Stato al 20 maggio 2020)

 

 

Approfittano dei contributi straordinari una tantum i gruppi di utenti 1, 2, e 3 e le federazioni sportive nazionali del gruppo di utenti 4. Sono escluse da queste misure le istituzioni d diritto pubblico come scuole, comuni e Cantoni, come pure organizzatori che nel 2020 hanno annunciato offerte G+S per la prima volta

(Stato al 20 maggio 2020)
 

Gruppi di utenti 1 e 2 e federazioni sportive nazionali del gruppo di utenti 4

Condizioni: nel periodo fra il 13 marzo e il 31 dicembre 2020 è stata svolta almeno un’offerta G+S regolarmente chiusa.

Calcolo dei contributi straordinari: percentuale dei contributi che l’organizzatore ha ricevuto nel 2019 per le sue offerte chiuse. La percentuale è identica per tutti gli organizzatori e ammonta al 50%.

Versamento: il contributo G+S straordinario una tantum viene versato con il conguaglio finale per il 2020 circa a metà gennaio 2021.

I coach G+S per il momento non devono fare nulla. Informazioni e indicazioni concrete (ad es. incombenze amministrative nella SPORTdb) saranno comunicati in un secondo momento.

 

Gruppo di utenti 3

Condizioni: l’organizzazione prova nella propria richiesta che nel periodo fra il 13 marzo e il 31 dicembre 2020 era previsto almeno un campo G+S.

Calcolo dei contributi G+S straordinari: percentuale dei contributi che l’organizzatore ha ricevuto nel 2019 per le sue offerte G+S chiuse. Se nel 2019 non si è chiusa nessuna offerta G+S si usano per il calcolo le offerte svolte nel 2018. Se l’offerta era prevista nel 2020 per la prima volta non viene versato alcun contributo G+S straordinario. La percentuale è identica per tutti gli organizzatori e ammonta al 50%.

Versamento: i contributi G+S straordinari una tantum approvati su richiesta sono versati man mano, al più tardi con il conguaglio finale per il 2020 (circa a metà gennaio 2021).

I coach G+S del gruppo di utenti 3 ricevono nel giugno 2020 il modulo per la richiesta (incluse le istruzioni) tramite posta elettronica. La richiesta deve essere inoltrata entro il 31 ottobre 2020.

(Stato al 20 maggio 2020)
 

Formazione e perfezionamento G+S (formazione dei quadri)

A partire dal 6.6.20 si possono nuovamente tenere corsi e moduli con la presenza dei partecipanti (teoria e pratica). Essi sono considerati come delle manifestazioni (fino a 300 persone) ai sensi della decisione del Consiglio federale del 27.5.20 (Art. 6 Ordinanza 2 COVID-19). Il presupposto è che ci siano piani per la protezione. Questi si basano sui piani per la protezione della disciplina sportiva e dell’impianto interessato. La tracciabilità di tutti i contatti fra i partecipanti è garantita grazie a liste di presenza. La direzione del corso deve assicurare il rispetto delle direttive.

(Stato al 27 maggio 2020)

Si possono tenere solo i corsi per i coach G+S (formazione di base), i moduli di reinserimento e i moduli d’esame o altri corsi/moduli approvati su richiesta che possono essere svolti a distanza per via telematica.

(Stato al 7 aprile 2020)
 

L’autorizzazione all’impiego dei quadri G+S (monitori G+S, esperti G+S, coach G+S, esperti coach G+S) è prolungata in via straordinaria fino al 31.12.2021. La misura riguarda tutti i riconoscimenti con status «scaduto dal 01.01.2019», «scaduto dal 01.01.2020» e «valido fino al 31.12.2020». Tutte queste persone possono quindi essere impiegate fino al 31.12.2021 anche se non hanno frequentato alcun modulo di perfezionamento.

(Stato al 20 maggio 2020)