Abusi sessuali

Senza abusi sessuali; Photo: WavebreakMediaMicro
Photo: WavebreakMediaMicro

Nello sport gli abusi sessuali non sono più frequenti che in altri ambiti della società, ma sono pur sempre una realtà. Nei corsi di formazione e di perfezionamento Gioventù+Sport tematizza i limiti da rispettare e la giusta misura fra intimità e distanza.

I contatti fisici sono inevitabili quando ci si allena, ad es. l'allenatore fa una presa per dare sicurezza o per correggere una posizione. E lo sport significa emozioni. È un contesto nel quale non è sempre facile riconoscere il limite e trovare la giusta misura fra intimità e distanza. La riflessione sugli abusi sessuali, sui limiti da porsi e da non superare consente di acquisire una sicurezza di discernimento per distinguere fra ciò che è lecito e ciò che va evitato.

Interrogativi relative al tema 

Il modulo «Agire per prevenire: vicinanza e distanza – un impegno contro gli abusi sessuali» dedicato alla prevenzione degli abusi sessuali propone degli strumenti per affrontare questo tema e fa riferimento ai seguenti interrogativi:

  • Quale tipo di intimità o di distanza va adottata nei contatti con i giovani?
  • Cosa si intende per abusi sessuali?
  • Nella mia disciplina quali sono le situazioni delicate e come le devo gestire?
  • Come posso prevenire gli abusi sessuali o delle accuse di questo tipo?
  • Dove posso chiedere aiuto e sostegno se sospetto qualcosa?

Il programma e lo schema d'intervento elaborato da Swiss Olympic 

Il programma di Swiss Olympic per prevenire gli abusi sessuali nello sport fornisce informazioni pratiche come pure promemoria e fascicoli per agire adeguatamente, aiuta a prevenire abusi su bambini e giovani nello sport e infonde le conoscenze necessarie affinché i responsabili possano reagire correttamente anche nel caso in cui nonostante la prevenzione dovesse verificarsi un abuso.

Lo schema d'intervento elaborato da Swiss Olympic (in francese) suggerisce i provvedimenti da adottare nel caso di un abuso sospettato o accertato e consente di pianificare una strategia d'intervento. 

In ogni caso si consiglia di ricorrere a specialisti esterni e agli enti cantonali per chiarire la situazione.

Rete «Prevenzione degli abusi sessuali sui minori nell’ambito delle attività del tempo libero»

Negli ultimi anni, il settore della «prevenzione degli abusi sessuali sui minori nell’ambito delle attività del tempo libero» e il servizio specializzato mira hanno subito importanti cambiamenti. Nell’estate del 2015, Pro Juventute ha rilevato temporaneamente per la Svizzera tedesca e francese il servizio specializzato, consentendo di portare avanti senza interruzioni dopo lo scioglimento dell’associazione mira, il prezioso lavoro di «prevenzione degli abusi sessuali sui minori nell’ambito delle attività del tempo libero». Parallelamente si è cercato, in collaborazione con dei partner, una nuova soluzione duratura in grado sia di garantire competenza, esperienza e vicinanza ai clienti a livello regionale sia di assumere il coordinamento e la garanzia della qualità a livello nazionale: la rete Prevenzione degli abusi sessuali sui minori nell'ambito delle attività del tempo libero. Abbiamo il piacere di comunicarvi che a partire da luglio 2017, il lavoro degli scorsi anni sarà ripreso da una rete che opera su scala nazionale sotto la guida della Fondazione Protezione dell’infanzia Svizzera.

Cosa significa questa riorganizzazione per voi? Chi sono i vostri interlocutori?
I seguenti interlocutori della rete sono a vostra disposizione con effetto immediato. In caso di domande sulle offerte vi invitiamo a rivolgervi alla persona competente per la vostra regione::
Ticino, Svizzera romanda: Espas, Marco Tuberoso, marco.tuberoso@espas.info, tel. 0848 515 000 
Svizzera tedesca: Limita, Karin Iten, k.iten@limita-zh.ch, tel. 044 450 85 20

Prevenzione degli abusi sessuali sui minori nell’ambito delle attività del tempo libero
Siete interessati al tema o avete domande di carattere generale?
Protezione dell’infanzia Svizzera: Myriam Kleiner, myriam.kleiner@kinderschutz.ch, Tel. 031 384 29 09

 

Icona sul tema principale «Abusi sessuali»
Icona sul tema principale «Abusi sessuali»


Gioventù+Sport Ufficio federale dello sport UFSPO
Hauptstrasse 247
2532 Macolin

E-Mail


Pro Juventute Consulenza monitori gioventù

A ogni ora del giorno e 365 giorni l’anno raggiungibile telefonicamente al numero +41 58 618 80 80 oppure tramite E-mail.
E-Mail


Stampare contatto

Gioventù+Sport

Ufficio federale dello sport UFSPO
Hauptstrasse 247
2532 Macolin

Vedi mappa